La giustizia dà a Barca il punto e condanna Neymar a pagarli 6,7 milioni di euro

Il giocatore ha rivendicato 43,6 milioni dal club come bonus per il rinnovo, ma la sua richiesta è stata respinta.

Neymar ha perso la causa intentata contro il Barcellona per richiedere un bonus di rinnovo poco prima della sua partenza per l’entità parigina, e deve pagare al club Blaugrana, secondo il Tribunale Sociale 15 del Barcellona, per un totale di 6,7 milioni di euro.

La sentenza respinge integralmente la richiesta di Neymar, che ha richiesto il pagamento di 43,6 milioni di euro per un bonus di rinnovo, e stima in parte la causa intentata dal FC Barcelona, in base alla quale il giocatore deve pagare quei 6,7 milioni.

“FC Barcelona accoglie con favore la sentenza odierna del Juzgado de lo Social n. 15 de Barcelona, in relazione alle cause intentate tra il FC Barcelona e il giocatore Neymar Jr nel rivendicare l’importo in erogazione del bonus alla firma firmato nell’ultimo rinnovo del contratto”, ha riferito il club.

Tuttavia, la sentenza può essere impugnato da Neymar e dai suoi avvocati, e FC Barcelona dice che continuerà a difendere “fermamente” i suoi “interessi legittimi”.

Tale sentenza pone fine a un processo la cui udienza, che Neymar non ha avuto luogo nonostante il viaggio a Barcellona, si è svolta il 27 settembre 2019. Al processo, il Barca ha sofnestato 22,5 milioni di euro da Neymar per violazione del suo contratto, quando ha firmato con il PSG nell’agosto 2017.

Da parte loro, gli avvocati del giocatore hanno rivendicato 43,65 milioni di euro dal club catalano relativo ad una seconda parte di un bonus di rinnovo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *